8 febbraio 2021

Patrik Zaki agonia di un anno di carcerazione


 

Per chi come noi della Francesca Centre che ha come obiettivo la non  violenza è intollerabile  ogni tipo di violenza compresa quella degli stati e da qualsiasi parte essa provenga. 

Ci sentiamo per l’ennesima volta umiliati, delusi impotenti  rispetto a tanta arroganza prepotenza.

 E’ incomprensibile come uno stato sovrano sia così insensibile, perseverante nel violare i più elementari diritti fondamentali. 

Per noi come dicevo, sensibili e attenti ai temi della violenza, ha un senso di profonda frustrazione; ci sentiamo inadeguati e disgustati dal sapere che ancora dopo un anno Patrik Zaki resta in carcere senza che gli siano stati formulati specifici addebiti,  senza un processo equo. Ma sapere che  questa è una  pratica sistematica, che è alla base di un sistema dove non esistono misure legali di contrasto è davvero inaccettabile. 

Purtroppo già con Giulio Regeni c’è stato un epilogo ancora più brutale, assassinato da un regime, violento e corrotto che si è arroccato nel fortino delle sue paure e incapacità, nel timore che questo castello di sabbia possa crollare su se stesso da un momento all’altro. 

Per questo motivo la violenza assume la veste della barbarie, contro chi porta avanti idee di libertà, assume una dimensione inumana e bestiale. Si mette a tacere qualsiasi forma di dissenso con il metodo dell’annientamento fisico e psicologico. Purtroppo non solo Patrik e Giulio sono caduti in questa paradossale situazionemolte altre persone sono nella medesima condizione, vittime di questo regime, spesso privati della vita e della libertà personale e di pensiero. 

La nostra associazione  è consapevolmente  contro ogni totalitarismo, contro ogni sopraffazione, abbraccia tutti coloro che condividono un futuro di libertà pieno di valori che siano alla base della convivenza civile e che sono il fondamento di ogni condivisione. 

E’ nostro convincimento che i valori di civiltà e democrazia siano il baluardo contro tutte le barbarie autoritarie passate presenti e future non solo in Italia ma in tutto il mondo,  dopo la seconda guerra mondiale e con il nuovo ordine mondiale e grazie a tutti i movimenti libertari si è fatta strada l’idea che è possibile vivere in un mondo più umano, sono stati difesi tutti i principi e diritti fondamentali  poi riportati nellCostituzionie, anche se è ancora lunga la strada della totale libertà per tutti, questo è stato ed è l’humus sul quale è cresciuta la nostra nazione e tante altre, così come tante generazioni di uomini, e l’insegnamento che ne è derivato è un patrimonio di idee inestimabile sul quale tutte le future generazioni del mondo non possono fare a meno. Purtroppo questo finora non è bastato, c’è ancora buona parte del mondo soggiogato allo strapotere di pochi uomini che dettano condizioni non più tollerabili. Non è possibile pensare che per motivi di opinione si possa essere torturati e incarcerati a tempo indeterminato. 

Noi, come Francesca Centrechiediamo a tutti e alla comunità internazionale di fare ogni cosa possibile per la liberazione di Patrik e di firmare l’appello di Amnisty International affinché questa pressione   possa essere utile e positiva per lo studente bolognese.  


Giacomo Moncada

 

19 gennaio 2021

IN RICORDO DI TONINO SPINZO

Il Francesca Centre, pubblica, con vera commozione, quanto scritto dal membro del direttivo Giacomo Moncada, in ricordo del caro Tonino Spinzo, recentemente scomparso.

"E’ ancora davanti ai miei occhi il suo sorriso ironico lo sguardo tagliente e il modo gentile e spontaneo di accoglierti, con semplicità senza fronzoli e senza altro se non con la Sua presenza, la sua intelligenza. Persona generosa aperta sensibile, sempre disponibile e cordiale per un consiglio o più semplicemente per condividere un bicchiere di vino da bere in convivialità e in serenità, lì nel suo “secondo ufficio”  l’Osteria del sole,  dove per anni è stato e resta una figura mitica, il luogo della fratellanza  e libertà, dove era perfettamente a suo agio, punto ideale per lui e per noi frequentatori, dove non esistono differenze sociali dove si è tutti uguali a prescindere da quello che si è da come la si pensi.

Tonino Spinzo “ l’Avvocato” punto di riferimento per molti colleghi, amici e studiosi; ci lascia così velocemente e inaspettatamente lasciando un vuoto incolmabile sia per chi lo conosceva sia  per chi, anche senza conoscerlo, ne intuiva le qualità di uomo di profonda umanità, di grande conoscitore del diritto penale, ma più che altro dalla capacità di vedere oltre l’apparenza  ogni persona, e proprio per queste sue caratteristiche era apprezzato e stimato, andava d’accordo con tutti. 

Unanime lo sconforto tra i numerosissimi amici e colleghi e operatori del diritto, increduli  e sopraffatti da un senso di grande disagio.

Anche Noi dell'Associazione Francesca Centre siamo, come tanti, addolorati da questa improvvisa e impensabile scomparsa, attoniti senza respiro; Tonino si era prodigato per la nostra associazione ed è stato tra i primi a sostenerla non solo con parole di sostegno e sollecitazioni, ma anche tramite il suo intervento diretto: siamo riusciti a recuperare le poltrone, che oggi adornano la nostra sede e che erano all’Ordine degli Avvocati, gentilmente donate. E’ stato un amico tra i più cari e vicini almeno sul piano della curiosità all’associazione FC.

Che il cielo lo abbia in dono.

Giacomo Moncada"

25 novembre 2020

𝗚𝗶𝗼𝗿𝗻𝗮𝘁𝗮 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝗻𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗽𝗲𝗿 𝗹'𝗲𝗹𝗶𝗺𝗶𝗻𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘃𝗶𝗼𝗹𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗹𝗲 𝗱𝗼𝗻𝗻𝗲.


Oggi è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Oggi ci siamo svegliate con l’ennesima notizia di due femminicidi, che portano a 91 quelli commessi finora nel 2020. L’89% di questi femminicidi avviene nel contesto familiare.
Ma la violenza contro le donne non ha solo la forma più nera del femminicidio, delle molestie, della violenza psicologica.
È anche nella sproporzione del trattamento economico, delle opportunità, dell’occupazione, del lavoro di cura fra uomini e donne, sulla sola base del genere.
Come ogni anno come
Francesca Centre
oggi alle 17.30 scenderemo in piazza dell'Unità per
25N - SE CI FERMIAMO NOI SI FERMA IL MONDO!
, nel rispetto della normativa per il contenimento della diffusione del Covid19, rispondendo alla chiamata nazionale di
NON UNA DI MENO
.
𝗦𝗲 𝗰𝗶 𝗳𝗲𝗿𝗺𝗶𝗮𝗺𝗼 𝗻𝗼𝗶, 𝘀𝗶 𝗳𝗲𝗿𝗺𝗮 𝗶𝗹 𝗺𝗼𝗻𝗱𝗼! #25novembre


https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=5060180594021972&id=647063128667096




 

Francesca Centre ha il piacere di annunciarvi che il 4 dicembre p.v. si terrà , in collaborazione con la Fondazione Forense Bolognese, una Francesca Centre Conversazione on-line sul seguente tema:

"La tutela della dignità della persona ed il traffico di esseri umani"

 
La Conversazione affronterà i temi della  della tratta e del traffico di esseri umani, fenomeni di dimensione globale che coinvolgono decine di migliaia di persone, fra cui molte donne e bambini.

Dati gli attuali flussi migratori verso l’Europa - e, dunque, per ragioni innanzitutto geografiche -, i fenomeni del trafficking in persons e smuggling of migrants assumono dimensioni particolarmente diffuse e spesso drammatiche in Italia che, pertanto, diventa laboratorio di interesse internazionale per la definizione di strategie di gestione, controllo e contrasto, anche dell'attività criminale.

La FCConversazione vuole essere un’occasione per incontrarsi e discutere in un’ottica multidisciplinare e interdisciplinare nel tentativo di ricostruire, definire e rappresentare la reale complessità del fenomeno che solleva delicate questioni sia nel campo delle scienze sociali sia in quello giuridico.

Alla Conversazione parteciperanno importanti esponenti della magistratura, anche internazionale, del mondo accademico e sociale.

La partecipazione è libera ma l'iscrizione alla Conversazione è obbligatoria.

Gli avvocati possono iscriversi direttamente dal sito della Fondazione Forense Bolognese; tutti gli altri interessati a partecipare devono inviare una mail entro il giorno 1 dicembre 2020 all'indirizzo mlcaliendi@francescacentre.org, indicando nome, cognome ed indirizzo mail.

 

11 maggio 2020

Sportello psicologico - Rete Don'tPanic Organizziamoci

Anche noi supportiamo, promuoviamo e partecipiamo a questa importante iniziativa nell'ambito della progetto/rete Don't Panic.
Il momento richiede grande sostegno non solo per le persone fragili ma soprattutto per le persone dovranno purtroppo confrontarsi con una nuova condizione e con nuove fragilità.
Vanno messe in campo azioni concrete, per la dignità della persona, sempre.
Chiediamo a tutti di far circolare queste preziose informazioni, insieme possiamo fare davvero tanto.
Grazie a tutti coloro che permettono la creazione di energia positiva, grazie a Don'tPanic, ai professionisti di tutte le associazioni della rete e (last but not least) alle psicologhe del Francesca Centre!


Sportello Psicologico



Il servizio di sostegno psicologico è composto da associazioni di psicologi e singoli professionisti che hanno deciso di mettere a disposizione della comunità le loro competenze professionali per aiutare a gestire l’impatto emotivo che questo brusco cambiamento della nostra quotidianità ha su tutte e tutti noi. 
Lo sportello funzionerà nel seguente modo: un gruppo di volontari divisi per fasce orarie e giorni differenti si occuperanno di raccogliere le chiamate e di inoltrarle a una lista di psicologhe e psicologi disponibili in quel momento. 
L’obiettivo è quello di rispondere all’urgenza e alla necessità del singolo così come si presenta. 
Lo sportello è rivolto a tutte e tutti, anche alle operatrici e operatori sanitari (per i quali c’è un team di psicologhe e psicologi esperti nella gestione dello stress per queste categorie), e per chi sta affrontando un lutto (anche qui le figure professionali sono specializzate nella materia o è vittima di violenza anche al fine di una pronta segnalazione alle associazioni/centri antiviolenza presenti sul territorio.
Il servizio, gratuito, è a cura di Associazione Approdi, Associazione Rivivere, IAM (Intersectionalities and More), IGA Bo (Istituto Gruppo analisi di Bologna), Cassero LGBTI Center e Francesca Centre.
Sono due i recapiti da poter chiamare per due fasce di orario differente: le volontarie si preoccuperanno di mettere in contatto le persone in chiamata con i professionisti disponibili in quel momento.
Martina: +393467245747 (lunedì-venerdì dalle 10:00 alle 14:00)
Chiara: +393515252518 (lunedì-venerdì dalle 14:00 alle 18:00)

28 aprile 2020

In onore del Prof. Nazario Melchionda


Cari soci,

con grande dolore abbiamo appreso della scomparsa del nostro socio, Prof. Nazario Melchionda, una persona di straordinaria umanità  che ha dedicato la sua vita allo studio dei disturbi alimentari e al benessere delle persone. La sua energia e la sua forza erano travolgenti, era capace di donare agli altri tutto, senza riserve. Cor ad cor loquitur.

Ha messo a disposizione sé stesso, il suo tempo e tutto il suo immenso sapere per il Francesca Centre e per la tutela della dignità della persona: le sue competenze scientifiche, la sua Arte, la musica.

Abbiamo ancora nel cuore la serata del 7 dicembre tenutasi nella Chiesa di San Salvatore, Comunità di San Giovanni, serata da lui fortemente voluta e dove tutte le forze (la fede, il jazz, l'arte e la scienza) si sono unite nella lotta alla violenza, grazie alla sua tenacia, al suo entusiasmo, alle sue idee e all'affetto che provava per noi. Era un uomo di parola e grazie a questo e alla sua perseveranza ha contribuito alla realizzazione di momenti indimenticabili.

Facciamo nostre le parole del Prof. Stefano Zenni:"La cosa più stupefacente di Nazario era la sua energia, che poteva sconfinare nella testardaggine, ancora più ammirevole. E l’energia era animata dalla passione: il jazz lo alimentava come un fuoco, plasmava le sue emozioni, lo caricava di un immenso desiderio di testimoniare quanto la musica potesse farci stare meglio. Ascoltate, sembrava dire ad ogni istante: Mingus e Coltrane hanno cambiato me, possono cambiare anche voi. E senza badare agli ostacoli, sapeva come far arrivare questa forza agli altri”.

Il suoi insegnamenti e il suo spirito di dedizione saranno sempre con noi.

Le nostre più sentite condoglianze alla Signora Carla e a Tutta la Famiglia.

 Cor ad cor loquitur                                         Requiescat in Pace

Dott.ssa Julia Frances Clancy                  Avv. Maria Luisa Caliendi
Presidente Francesca Centre         Vice Presidente Francesca Centre